La normativa vigente in Italia in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, il D.Lgs. 81/08 smi, pone in campo al datore di lavoro numerosi obblighi, il cui mancato rispetto può dare luogo ad un reato penale.
Dal 1994, ossia da quando è entrato in vigore il D.Lgs. 626/94 - oggi abrogato dal c.d. “Testo Unico” 81/08 s.m.i. - il Laboratorio Chimico Veneto srl affianca le aziende, di qualsiasi tipologia e dimensione, nell’adempimento di tali obblighi, di seguito descritti, e nel perseguimento del miglioramento continuo dei livelli di salubrità e sicurezza aziendali, al fine di evitare infortuni e malattie professionali.
CONSULENZA RSPP E PREVENZIONE INCENDI

L’art. 31 del D.Lgs. stabilisce l’obbligo, in capo al datore di lavoro, di “organizzare il servizio di prevenzione e protezione all’interno dell’azienda o della unità produttiva”. Il responsabile di tale servizio, cosiddetto R.S.P.P., può essere interno od esterno, ma in ogni caso in possesso dei requisiti stabiliti dall’art. 32 del D.Lgs. 81/2008.
Il Laboratorio Chimico Veneto srl dispone di tecnici appositamente formati, in grado di svolgere la funzione di R.S.P.P. (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dei lavoratori) per ditte appartenenti a tutti i macrosettori ATECO. Tale funzione viene svolta attraverso visite periodiche, finalizzate ad affiancare il datore di lavoro nella valutazione dei rischi e a garantire il raggiungimento e/o il mantenimento di elevati livelli  di salute e sicurezza sul lavoro.

VALUTAZIONE DEI RISCHI AZIENDALI, INTERFERENZIALI e IN CANTIERE

VALUTAZIONE DEI RISCHI AZIENDALI
L’art. 17 del D.Lgs. 81/08 s.m.i.  pone in capo al datore di lavoro di tutte le aziende l’obbligo della “valutazione dei rischi e la conseguente elaborazione del documento previsto dall’articolo 28”. Tali rischi includono l’esposizione ad agenti fisici (rumore, vibrazioni meccaniche, campi elettromagnetici), e/o ad agenti chimici - biologici, l’utilizzo di attrezzature (inclusi i videoterminali), il microclima, la movimentazione manuale dei carichi, il rischio incendio e/o di formazione di miscele esplosive e i rischi particolari (stress lavoro-correlato, movimenti ripetuti, categorie di addetti particolari). La valutazione dei rischi deve quindi essere effettuata ed aggiornata ogniqualvolta cambiano le condizioni operative (ciclo lavorativo, materie prime utilizzate ecc.), mentre la misurazione dei rischi fisici ha validità 4 anni.
Il Laboratorio Chimico Veneto srl dispone di tecnici esperti e competenti, in grado di affiancare il datore di lavoro nella valutazione e nella redazione del conseguente DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI, che deve essere sottoscritto da tutte le figure facenti parti del Servizio di Prevenzione e Protezione aziendale.
Il servizio viene svolto attraverso sopralluoghi negli ambienti di lavoro, in compagnia di personale interno informato in merito alle singole attività lavorative.

VALUTAZIONE DEL RISCHIO CHIMICO
Il Titolo IX del D.Lgs. 81/08 smi impone al datore di lavoro la VALUTAZIONE DEL RISCHIO CHIMICO derivante dall’attività lavorativa svolta. Questa valutazione viene fatta sulla base delle sostanze e/o prodotti chimici utilizzati, presenti o prodotti in azienda, e prevede l’esame delle relative schede di sicurezza aggiornate, del livello e del tipo di esposizione, infine dei risultati di specifiche analisi di aria-ambiente (v. sezione Analisi).
Il Laboratorio Chimico Veneto srl dispone di tecnici esperti e competenti, in grado di affiancare il datore di lavoro nella valutazione e nella redazione del conseguente DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO CHIMICO, che deve essere sottoscritto da tutte le figure facenti parti del Servizio di Prevenzione e Protezione aziendale.
Il servizio viene svolto attraverso sopralluoghi negli ambienti di lavoro, in compagnia di personale interno informato in merito alle singole attività lavorative.

VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA (DUVRI)
In caso di affidamento di lavori ad imprese appaltatrici e/o a lavoratori autonomi all’interno della propria azienda, il datore di lavoro ha l’obbligo, ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs. 81/08 s.m.i. , di valutare tutti i rischi derivanti dall’interferenza della propria attività con quella svolta dalla/e ditta/e esterna/e. Nei casi previsti dalla legge, deve quindi elaborare un apposito DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) che indichi le misure adottate per eliminare o, se ciò non è possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenze e tale documento deve essere allegato al contratto di appalto o di opera.
Il Laboratorio Chimico Veneto srl è in grado di dare alle aziende tutta l’assistenza necessaria nella redazione del proprio DUVRI.

PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA
Le aziende che operano in “cantieri temporanei o mobili” come imprese esecutrici sono tenute a mettere a disposizione, “almeno 10 giorni prima dell’inizio dei lavori”, un PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA (POS), redatto conforme l’allegato XV del D.Lgs. 81/2008.
Tale Piano, i cui contenuti minimi sono fissati dal suddetto decreto, deve prendere in considerazione le attività che saranno svolte in cantiere, tutti i rischi derivanti, le relative necessarie misure di prevenzione e protezione ecc.
Il Laboratorio Chimico Veneto srl è in grado di dare al proprio cliente tutta l’assistenza necessaria per redigere il proprio POS.

RILEVAZIONE STRUMENTALE DI RUMORE E VIBRAZIONI MECCANICHE

RILEVAZIONE STRUMENTALE DI RUMORE
Tra i rischi che il datore di lavoro deve valutare, ai sensi del D.Lgs. 81/08 s.m.i., c’è quello derivante dall’esposizione al rumore. Per farlo è necessaria un’apposita INDAGINE FONOMETRICA, attraverso la quale vengono determinati i livelli di rumorosità delle macchine e/o delle attività svolte nei luoghi di lavoro, il conseguente grado di esposizione dei lavoratori e le eventuali misure di prevenzione e/o protezione da adottare (otoprotettori, sorveglianza sanitaria, interventi strutturali di riduzione della rumorosità).
Nell’adempimento di tale obbligo il Laboratorio Chimico Veneto srl affianca le aziende di qualsiasi tipologia e dimensione dal 1992, ossia dall’entrata in vigore della prima legge in materia D.L. 277/91.
Il servizio viene svolto attraverso sopralluoghi negli ambienti di lavoro da parte di personale tecnico specializzato, l’effettuazione di misurazioni con fonometro periodicamente tarato LAT, il calcolo dei livelli di esposizione per tutte le mansioni presenti, e la redazione di un DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA ESPOSIZIONE AL RUMORE, che deve essere sottoscritto da tutte le figure facenti parti del Servizio di Prevenzione e Protezione aziendale.

RILEVAZIONE STRUMENTALE  DI VIBRAZIONI MECCANICHE
Tra i rischi che il datore di lavoro deve valutare, ai sensi del D.Lgs. 81/08 s.m.i., c’è quello derivante dall’esposizione alle vibrazioni meccaniche. Per farlo è necessaria un’apposita CAMPAGNA DI MISURE, attraverso la quale vengono determinati i livelli di accelerazione prodotta dalle macchine con cui un operatore entra in contatto diretto attraverso il sistema mano-braccio e/o il corpo intero, il conseguente grado di esposizione dei lavoratori e le eventuali misure di prevenzione e/o protezione da adottare (sorveglianza sanitaria, sostituzione attrezzatura ecc.)
Nell’adempimento di tale obbligo il Laboratorio Chimico Veneto srl affianca le aziende di qualsiasi tipologia e dimensione dal 2005, ossia dall’entrata in vigore della prima legge in materia D.Lgs. 19 Agosto 2005, n. 187.
Il servizio viene svolto attraverso sopralluoghi negli ambienti di lavoro da parte di personale tecnico specializzato, l’effettuazione di misurazioni con accelerometro periodicamente tarato LAT, il calcolo dei livelli di esposizione per tutte le mansioni presenti, e la redazione di un DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA ESPOSIZIONE ALLE VIBRAZIONI MECCANICHE, che deve essere sottoscritto da tutte le figure facenti parti del Servizio di Prevenzione e Protezione aziendale.

Compila i campi per inviarci una richiesta di informazioni o per richiedere un preventivo, verrai ricontattato al più presto.

Oppure vieni a trovarci